Comune di Liscia
LE COMUNITÀ ENERGETICHE

Cosa  sono?

Le Comunità Energetiche Rinnovabili (CER) costituiscono una smart community e promuovono la produzione e l’autoconsumo di energia da fonti rinnovabili.

Le Comunità Energetiche Rinnovabili nascono non per perseguire un profitto, bensì come comunità no profit, ossia sono a beneficio di tutti e per tale ragione vi partecipano sia soggetti che posseggono un impianto di produzione di energia da fonti rinnovabili (es. fotovoltaico), sia un semplice consumatore e sostenitore di energie rinnovabili.

Una Comunità Energetica consente di integrare tutti i consumatori, a prescindere dal loro reddito, abbassando il costo della bolletta, destinando eventualmente parte dei benefici ai soggetti più fragili e promuovendo azioni di efficientamento energetico che producono a loro volta risparmio economico.

Lo sviluppo di una economia solidale a livello di territorio, fondata sulla produzione di energia rinnovabile, porta con sé la possibilità di contrastare lo spopolamento del paese creando nuove opportunità di lavoro.

Risparmio economico

Risparmio economico: più energia si autoproduce e si autoconsuma direttamente e più si riducono i costi delle componenti variabili (quota energia, oneri di rete e relative imposte).

CHI NE FA PARTE

La Comunità Energetica si basa sulla partecipazione aperta e volontaria, è autonoma ed è effettivamente controllato da azionisti o membri che sono situati nelle vicinanze degli impianti di produzione detenuti e asserviti alla Comunità.

Gli azionisti o membri che ne fanno parte sono persone fisiche, piccole e medie imprese (PMI), enti territoriali o autorità locali, comprese le amministrazioni comunali, a condizione che, per le imprese private, la partecipazione alla Comunità di Energia Rinnovabile non costituisca l’attività commerciale e/o industriale principale;

Come si definisce il perimetro di una Comunità Energetica

L’attuale normativa incentiva la costituzione di Comunità Energetiche a valle della cabina primaria di trasformazione con dotazione di impianti di potenza non superiori a 1.000Kw e attivati dopo il 28 febbraio 2020.

Sono considerati “vicini” i titolari di connessioni (POD) su rete elettriche di bassa tensione alimentate dalla medesima cabina.

IMPEGNO DEL COMUNE

Il Comune attiva la procedura ricognitiva per l’acquisizione di candidature per la costituzione di soggetti giuridici (CER), crea occasioni di incontro e confronto con la cittadinanza per condividere gli scopi e il funzionamento della futura CER.

Il Comune si impegna a reperire dati ed informazioni sul proprio territorio necessarie ed utili per la perimentrazione e dimensionamento della singola Comunità Energetica e individuare nell’ambito delle proprietà pubbliche disponibili aree idonee per la localizzazione degli impianti.

ACQUISIZIONE DELLE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE

Il Comune avvierà un procedimento avente  per oggetto l’acquisizione di candidature, su base volontaria, per la costituzione di soggetti giuridici (CER) senza finalità di lucro nelle forma di Enti del Terzo Settore (ETS) a cui parteciperà anche l’Ente nelle forme consentite dalla normativa ed approvate dall’Amministrazione .